Facebook Group
Twitter
LinkedIn Group
Follow by Email
RSS
Aug 092014
 

Marc Jacobs brilla per l’uso dei social. Iniziamo ad andare oltre le PR, qui il concetto di reputation as currency" inizia ad essere interessante.

A Londra e New York Marc Jacobs inizia a concepire il negozio come luogo social iperconnesso, punto d’incontro tra brand e persona, PR digitali e fisiche.

La cosa è stimolante, vedo direzioni interessanti non banalmente in logica di scambio come fa MJ (“tu mi twitti, io ti dò il profumo”) ma rispetto a qualcosa di più profondo, ossia il mutuo riconoscimento, tra brand e persona, di aderire a uno stesso sistema di valori.

http://www.psfk.com/2014/08/twitter-handbags-marc-jacobs-london.html#!bzGrFw

Sep 012013
 

Da eCommerce ad integrated local eCommerce

Jun 262011
 

L’ho scoperto grazie a Laura Fratini, che l’ha postato su FB. Un’idea veramente brillante:

  • Tesco vuole aumentare le vendite senza aprire nuovi negozi
  • la maggior parte dei coreani che non hanno tempo di andare nei negozi Tesco sono intercettabili nei luoghi tipici dei “commuter”: stazioni e metro
  • Tesco crea dei supermercati virtuali in tali spazi fisici: semplici pannelli con i prodotti rappresentati in foto di elevata qualità, prezzi e codici QR esposti
  • gli acquirenti di passaggio “fanno la spesa” puntando il cellulare sui prodotti di interesse e riempiendo il loro carrello virtuale
  • Nel fine settimana il furgoncino Tesco consegna la spesa a casa loro

Il video non lo dice ma è probabile che i singoli supermercati Tesco facciano da punti logistici per la “formazione” del carrello fisico e la consegna, in base agli indirizzi di casa degli acquirenti. Se la consegna è settimanale e l’acquisizione degli ordini via telefono è real time, allora c’è tutto il modo di garantire il replenishment ai supermercati dei prodotti da consegnare a domicilio.

Risultati:

  • +76% utenti registrati al portale coreano Tesco di e-Commerce
  • +130% vendite (i dati pubblicati non dicono se si tratta di carrelli o ricavi)
May 202011
 

Ieri Bezos ha rilasciato alcuni dati sull’andamento delle vendite di e-book da parte di Amazon.com: risultano venduti 105 e-book per Kindle ogni 100 libri fatti con gli alberi. Prima che la notizia vi intristisca facendovi gridare alla perdita del fruscio della carta, dell’usabilità del libro, dell’aroma della cellulosa, consolatevi pensando che tanto probabilmente la maggior parte del venduto tratta di ragazze adolescenti alle prese con affascinanti vampiri teenager, quindi nessuna terribile perdita per il progresso dell’umanità…

Si tratta di un dato interessante e di una testimonianza della velocità di adozione dell’e-book (e del Kindle – sorry Barnes & Noble, ti toccherà correre…), in quanto a luglio 2010 l’e-book su Amazon.com aveva già superato per volumi i libri hardcover, a fine 2011 quelli tascabili ed ora ha superato i volumi combinati delle due categorie (considerate inoltre che gli e-book gratuiti non sono inseriti nel conteggio, Bezos/Amazon parlano solo di vendite reali).

Attenzione però alla lettura del fenomeno: i dati si riferiscono al solo dominio .com, quindi in larghissima parte al mercato USA. Ad oggi, giusto per fare un paragone sulle maturità dei diversi mercati, gli e-book venduti da Amazon UK (quindi in larghissima parte in Inghilterra) hanno “solo” superato del 100% i volumi di vendita dei libri hardcover, senza ancora riuscire a doppiare i volumi dei tascabili.

http://phx.corporate-ir.net/phoenix.zhtml?c=176060&p=irol-newsArticle&amp…

Kindle with Special Offers, la versione del Kindle che costa solo $114 a condizione che l’utente acconsenta a ricevere pubblicità sul device, ha volumi di vendita tre volte superiori a quelli del Kindle “normale”.

“Customers are now choosing Kindle books more often than print books. We had high hopes that this would happen eventually, but we never imagined it would happen this quickly – we’ve been selling print books for 15 years and Kindle books for less than four years,” said Jeff Bezos, Founder and CEO, Amazon.com. “In addition, we’re excited by the response to Kindle with Special Offers for only $114, which has quickly become the bestselling member of the Kindle family. We continue to receive positive comments from customers on the low $114 price and the money-saving special offers. We’re grateful to our customers for continuing to make Kindle the bestselling e-reader in the world and the Kindle Store the most popular e-bookstore in the world.”