Facebook Group
Twitter
LinkedIn Group
Follow by Email
RSS
Aug 172011
 

Cristina Raso mi ha segnalato Apparati Effimeri, un’altra realtà italiana attiva nell’ambito del projection mapping e che realizza progetti a livello internazionale. Sono andato a vedere il loro portfolio e vi propongo due loro realizzazioni per brand internazionali.

La prima è per l’apertura del Dunhill Store ad Hong Kong:

APPARATI EFFIMERI // Parhelic // an architectural 3D projection from Apparati Effimeri on Vimeo.

La seconda è per Bacardi, alla Reggia di Venaria a Torino:

APPARATI EFFIMERI // Bacardi Pessione // an architectural 3D projection from Apparati Effimeri on Vimeo.

Aug 162011
 

Il mondo della pubblcità ha sempre attinto a piene mani da quello dell’arte moderna e le tecniche di proiezione non fanno eccezione. Qui di seguito vi mostro alcune realizzazioni: videoinstallazioni, enhanced showroom con qualche “making of” e pubblicità in esterni ed interni.

Utilizzo del “real estate” della superficie di un palazzo a Dallas per promuovere (durante la notte) il film “The Tourist” con Angelina Jolie e Johnny Depp:

Promozione degli Hot Wheels di Mattel da parte dell’agenzia Muse Amsterdam. Il palazzo utilizzato è il Customs House di Sydney (Australia):

Lione, Francia: un palazzo si presta molto bene per il rendering 3D di un volto (…Maya??) che sembra dare vita all’edificio stesso:

Adidas fa un blend di musica, sport, videoproiezione e… Distruzione di edifici storici 8-):

Ralph Lauren trasforma il suo palazzo in Bond Street in un luogo di sfilate notturne:

Il projection mapping può essere usato direttamente sui prodott, in modo da esaltarne i dettagli o addirittura trasformarli con tecniche di sovrapposizione, come fa New Balance (sneackers):

Nike mostra qualcosa di simile (mmh… Qui mi sa che qualche creativo ha copiato!):

Queste tecniche consentono di mostrare il prodotto senza portare in giro “campioni” ingombranti e costosi, come nel caso delle automobili. Fate caso in questo video a come la proiezione “anima” una sagoma bianca con le forme dell’Audi A1:

Sempre rimanendo in tema Toyota per la sua Auris ibrida utilizza il projection mapping per creare attenzione in punti di passaggi di pedoni e narrare in modo suggestivo il funzionamento elettrico:

I ragazzi del collettivo italiano Project On con le loro videoinstallazioni mi sembrano molto in gamba; chiudo questo post con tre loro realizzazioni:

Projection Mapping for Almax – Euroshop 2011 by Project-On @ Düsseldorf (DE) from project-on on Vimeo.

Projection Mapping for Refrigiwear – PITTI uomo 2010 by Project-On @ Florence (IT) from project-on on Vimeo.

In che modo la facciata di un edificio storico di Dalmine diventa uno strumento di narrazione:

Jul 032011
 

Questa è una campagna più vecchia rispetto a quella Volkswagen che vi ho segnalato qui ma è ugualmente divertente. E’ contro il packaging dei prodotti Mattel.

Il vacuo Ken, animato da sano e nuovo spirito ecologista, scarica una sanguinaria Barbie:

Naturalmente Ken non poteva esimersi dal fare un’azione plateale presso la sede della Mattel, laddove un uomo normale avrebbe invece usato l’espediente della cena + “dobbiamo parlare”, o magari un più sbrigativo SMS (ragazzi le cene costano, specie quelle progettate affinché non ci sia un dopocena ;-)):

Ed ecco un estratto dalla pagina Facebook della campagna:

Jun 292011
 

Parse error: syntax error, unexpected '[' in /home/salvator/public_html/stratandexp/wp-content/themes/suffusion/post-formats/content-gallery.php on line 36